Manager ed Executive si allenano per potenziare la perfomance.

L'Azienda

Il Gruppo Bulgari opera a livello mondiale nel settore dei beni di lusso da oltre un secolo. L'attività ha visto un crescere di successi e di riconoscimenti a tutti i livelli, oltre che l'ampliarsi dei settori, dei mercati e della presenza nei paesi più importanti, contando ad oggi oltre 295 boutique, 174 delle quali di proprietà nei quartieri più prestigiosi delle metropoli e delle città più conosciute nel mondo. Al fine di rinforzare lo sviluppo a lungo termine su scala mondiale e di realizzare sinergie significative, soprattutto nell'ambito degli acquisti e della distribuzione, nel 2011 Bulgari si allea con LVMH (Louis Vuitton Moët Hennessy). Il Gruppo ad oggi conta più di 4000 dipendenti che lavorano per le oltre 40 società in Europa, Stati Uniti, Giappone, Sud est asiatico e Australia. I coach BeOn dal 2005 ad oggi hanno accompagnato 12 persone chiave (manager, senior manager e director) che avevano l'obiettivo di potenziare la propria performance per affrontare al meglio il cambiamento.

La sfida

Permettere ai manager che affrontano importanti cambiamenti di ruolo, responsabilità o mercato di sviluppare in tempi brevi le competenze chiave necessarie.

La soluzione

Ciascun manager è stato accompagnato da un coach professionista in un percorso di coaching individuale partendo dalla definizione dei personali obiettivi di sviluppo, operazione fatta anche attraverso la valorizzazione delle informazioni derivanti dalla valutazione a 360° e dalle aspettative del responsabile gerarchico. Secondo il modello di coaching BeOn ogni manager ha seguito un iter del tutto personalizzato, articolato in una serie di sessioni individuali, da 6 a 10 al massimo. Ogni manager ha lavorato su aree diverse: chi sulla motivazione dei collaboratori, chi sulla leadership, alcuni sulla gestione del team, altri sul change management. Tutti, grazie al coaching, hanno potuto compiere uno straordinario percorso di consapevolezza, aumento dell'autostima e del senso di responsabilità che li ha portati naturalmente ad affrontare con successo le nuove richieste, a gestire con nuove e più efficaci strategie di azione i nuovi scenari e le problematiche quotidiane. Ciò si è tradotto in risultati e comportamenti osservabili che anche la valutazione a 360° - a cui ogni anno i manager partecipano - ha potuto registrare.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza su questo sito. Nel proseguire nella sua consultazione, confermi di esserne consapevole e presti il tuo consenso a tal fine.